Una Fetta Di Paradiso: Campagna Contro L’Abbandono Dei Blogger - Biscotti Savoiardi

giovedì 30 maggio 2013

Campagna Contro L’Abbandono Dei Blogger - Biscotti Savoiardi

Ieri sera navigavo sui blog che seguo e mi sono resa conto che molti dei quali sono desaparecidos ossia non postano ricette o commenti da mesi, alcuni perfino da anni. So che il blog per molti possa essere un hobby come un altro e magari dopo un po’ stufa e viene lasciato lì, solo soletto, per impegnarsi in qualcos’altro di più interessante, ma se ci penso mi viene un nodo alla gola perché non potrei abbandonare questo spazio che ho creato con tanta voglia e interesse e che mi ha permesso di conoscere gente nuova, di condividere tantissime ricette e di mettermi in gioco quotidianamente.

Ovviamente ognuno può decidere per proprio conto quale destinazione riservare al proprio blog nella propria vita, ma per me lui è come una mia appendice, un figlio che continua a crescere e migliorare, non potrei pensare di chiuderlo o abbandonarlo.

Così mi vedo in questi ‘appartamenti’ vuoti dai propri proprietari, con post fermi al 2011 o anche prima, interessanti e golosi, ma fermi … che amarezza!

E’ come se un bel giorno uno decidesse di non cucinare più e lasciare le presine lì sul tavolo, gli ingredienti in dispensa, il ricettario abbandonato sulla mensola, così, di punto in bianco, tutto finisce. Spiegatemi come si possa fare, come si possa decidere di lasciare i contatti, le amicizie che in un modo o nell’altro nascono prepotentemente sul web, nella condivisone delle proprie cucine, delle proprie idee …. Mah!

Sono contro l’abbandono dei blog:


restiamo uniti in questa battaglia, restiamo online tutti insieme.

Per voi questa ricetta, con la speranza che possiate tornare ad un allegro spignattamento.

Biscotti Savoiardi
Tratto dalla rivista Cucina Moderna Oro

[Mie modifiche tra parentesi (…) ]

Ingredienti:

3 grosse uova (io 3 medie)
75 gr farina 00 (io 90 gr)
75 gr zucchero semolato (io 90 gr)
q.b. zucchero semolato (aggiunto io)
q.b. zucchero a velo
1 pizzico vanillina (io 1 bustina)

Procedimento:

Separare le uova gli albumi dai tuorli in due recipienti diversi.
Montare con una frusta elettrica gli albumi.
In seguito montare i tuorli con lo zucchero semolato.
Aggiungere, mescolando dal basso verso l’alto, la farina e la vanillina.
Accendere il forno a 180°.
Aggiungere, poi, in tre tempi, gli albumi montati a neve ferma.
Con una sac a poche a bocchetta liscia creare sulla teglia coperta di carta forno delle strisce di 10 cm cada una, spolverizzare di zucchero semolato 

ed infornare nel forno caldo a 160° per 20 minuti.
Una volta cotti, far freddare su una griglia e infine spolverizzare con zucchero a velo.

Con questa quantità escono 9/10 savoiardi.






24 commenti:

  1. Ciao cara, intanto complimenti per la ricetta!
    Condivido con te l'amore per il blog, anch'io non potrei mai lasciarlo e se non inserisco di ricette per più di 3 giorni consecutivi mi viene l'ansia. Capisco anche chi, per un motivo o per l'altro, non riesca più a seguirlo. Magari un cambio di lavoro, un fidanzamento, un figlio... insomma a volte anch'io non ho proprio tempo di cucinare, di scrivere il post e mi riduco a farlo la notte o la mattina presto. Insomma capisco anche chi lascia ma io, come te, non lo farei mai =)

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho visto molti di questi blog alcuni con molte ricette, altri con pochissime ed altri ancora senza nulla proprio. Un vero peccato.
    Comunque venendo alla ricetta i adoro i savoiardi, me li mangio così uno dietro l'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo anche io, ma non per ora, li regalerò così lontano dagli occhi lontano dal cuore!

      Elimina
  3. E' vero, purtroppo tanti mollano per problemi personali, per cui si ritrovano a tagliare il tempo che hanno. Però c'è anche chi molla per disinteresse e questo è brutto......spero di mantenere il mio interesse per quello che ho creato, ed è grazie a te e a chi viene a trovarmi, magari anche lasciando un commento, che rimane vivo.

    Un bacio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti lo ravviviamo noi quotidianamente e non solo anche i lettori abituali e quelli di passaggio, mi faccio lo stesso augurio, che i nostri blog vivano per sempre!

      Elimina
  4. anch'io ogni tanto ci penso...
    chissà che buoni i savoiardi fatti in casa, meglio che mi segni la ricetta!!!
    Un abbraccio e buona giornata.
    Stefy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stef...mi sa che non faccio più in tempo a preparare qualcosina di nuovo per il tuo contest :-( mi sta prendendo un pò tutto di mano, ultimamente, eh eh eh!

      Elimina
    2. ok, non importa... capita, nessun problema...

      Elimina
  5. Vale oggi mi hai letto nel pensiero.Volevo scrivere anche io su questo argomento.C'è un blog che io mao tantissimo,un blog francese fermo da tempo immemorabile e ogni volta mi dà una tristezza indicibile vederlo cosi abbandonato.Un altro invece ieri sera ha deciso di chiudere i battenti....e mi lasciano una sensazione strana addosso e mi domando perchè a un certo punto si dica basta ad un progetto così carino...Comunque i savoiardi li ho salvati.Questo fine settimana ci provo a farli!
    Un abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto ? Anche telepatiche adesso eh eh eh! In verità è un argomento che mi girava d qualche tempo in testa... uno non vorrebbe mai vedere finire le cose, ma purtroppo, a volte, capita, come nella vita reale, e fa tanto tristezza!
      Però noi accontentiamoci che i nostri 'pargoli' stiano bene e popolati da tanta bella gente ;-)
      un abbraccio Moni!

      Elimina
  6. Ciao Vale, hai ragione, non potrei mai e poi mai lasciare il blog. Non abbiamo ricette strepitose? Va bene anche la pasta al burro, ma non lasciamo morire la nostra creatura. Io penso che ci voglia tanto amore, è vero a volte è impegnativo, ma è così per ogni cosa che si inizia: amore, cure e attenzioni! Non abbandoniamo i blog, coltiviamoli e ripeto, non ci vogliono solo ricette che colpiscono l'occhio, anche le più semplici, ma che ci siano.
    Adoro i savoiardi e i tuoi sono fantastici, mi hai fatto venire voglia di un bel dolce freddo con cremine varie e savoiardi :)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfettamente d'accordo con te mia cara, alziamo le bandiere a questa causa e cerchiamo di restare uniti!
      A me piace pasta e burro come anche un semplice biscotto ma a volte, qualcosa di più lavorato ci sta proprio bene e poi dietro a ciò che facciamo c'è tutto ciò che noi investiamo giorno dopo giorno, come giustamente anche tu hai scritto, io sono per i blog aperti e vissuti, lavorati e genuini!!!
      Un abbraccio

      Elimina
  7. ottimi i savoiardi.....
    per quanto riguarda i blog ho notato che ne sono nati di tanti al solo scopo, ahimè, di raccogliere prodotti gratis e basta. Mi dispiace dirlo ma queste persone infangano la categoria blogger e non sanno neanche cosa voglia dire essere una blogger e quanta passione ed amore ci sia dietro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco Ivana, e condivido il pensiero, difatti non capisco che bellezza ci sia a raccogliere collaborazioni su collaborazioni se poi non c'è neanche un minimo di lavoro dietro, peraltro chi ne paga le conseguenze siamo noi che invece di tempo ne investiamo a iosa in questo pseudo lavoro, lasciatemelo dire, perché io ci lavoro part time ormai da 1 anno, senza guadagnarci una cippa, ma solo per il piacere che ne consegue dall'impegno e dal mio tempo investito!

      Elimina
  8. mi ha conquistato già la prima parte e poi ho visto la ricetta dei savoiardi e non ho potuto che commentare. mi trovi d'accordissimo con te, in effetti uno magari deve badare a cose più importanti però credo che anche curare con costanza qualcosa possa essere un ottima valvola di stress dalla routine quotidiana!!! sono partecipe a questa lotta =)
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, alziamo i calici a questa propaganda!!!!!

      Elimina
  9. Girando per blog, anche non per forza di cucina, ne ho trovati molti di inattivi anche io. E' una cosa tristissima, ma capisco che gli impegni possano avere il sopravvento. Grazie per la ricetta, e tenerissima la storia delle tue modifiche. Lo faccio continuamente anche io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah hai ragione, io se non modifico e rendo un pochino mia la ricetta non sto bene...
      si poi in effetti il discorso blog fantasma è protratto anche a quelli non di cucina, è un po' di malessere generale, credo!

      Elimina
  10. Tesoro, giurami che non lo farai...non posso immaginare la blogsfera senza la mia visita quotidiana della tua cucina :-(
    Io x ora ci sono e voglio esserci anche in futuro..mi prende male all'idea di abbandonare tutto questo!!!
    Vedi mi hai anche preparato i biscottini..come posso vivere senza??!!
    <3<3<3<3 la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai tranquilla Consu, io per il momento non vado da nessuna parte, credo che questa creatura me la porterò fin alla tomba...almeno che mi passi, un giorno, la voglia di spignattare ... naaaaaaaaaaaaaa!Non può essere!!!!!
      Un abbraccio cara.

      Elimina
  11. Purtroppo, a volte, davvero la vita ti trascina in un vortice di cose da fare. Con un lavoro a tempo pieno, un marito e due bimbe piccole io devo davvero fare i salti mortali per ritagliare un pò di tempo alla mia passione. E spesso succede di notte, quando sono tutti a nanna.
    Ho l'impressione, però, che tanti abbandonino perchè, a un certo punto, smette di essere una valvola di sfogo e diventa una costrizione.
    Ci sono dei blog e ogni tanto torno a visitare, nella speranza che la proprietaria abbia cambiato idea.. ma finora non è mai successo! :(

    ..e i tuoi savoiardi hanno davvero un aspetto invitante! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, il più delle volte secondo me l'abbandono è dovuto a un cambiamento di rotta di interessi, oltre al fatto che se deve diventare un incubo piuttosto che un piacere, lo si abbandona e stop.
      Speriamo di rimanere a galla, allora!

      Elimina
  12. Ciao Vale, speriamo mai, spero di non abbandonare mai la mia piccola creatura, non ho mai pensato alla sua fine, piuttosto a chi lasciarlo un giorno poi... Una folle penserai, come un'eredità, come qualcosa di vivo che parli e racconti ancora di me e delle mie tracce di vita.

    Mai fatti i savoiardi, chissà che prima o poi io segua la tua ricetta!
    Mega kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vivi, anche per me la prima volta con questo tipo di biscotto e sai che mi hai dato un'idea pazzesca....credo che anche io se un domani sarò impossibilitata a proseguire il cammino del blog lo lascerò in eredità ;-)

      Elimina