Una Fetta Di Paradiso: Incidente Auto Mercoledì 1° Aprile 2015 ... E Sono Ancora Qui ...

sabato 4 aprile 2015

Incidente Auto Mercoledì 1° Aprile 2015 ... E Sono Ancora Qui ...

Intanto voglio ringraziare tutte voi per il vostro affetto <3.

Mercoledì ero abbastanza stonata e stravolta per l'accaduto, che vi racconto per tranquillizzarvi.

Mercoledì mattina alle 10.00 ero in città per un appuntamento al dentista. Avendo terminato prima del tempo previsto, così ho raggiunto mia cugina al parco, dove era in compagnia di un'amica con la figlia.
Siamo state a prendere il sole e chiacchierare per un'oretta, poi abbiamo deciso di tornare a casa.

L'ho accompagnata a riprendere la sua auto, lasciata poco distante da lì e siamo andate a casa sua.

La mattinata era così assolata e mi sentivo così bene, rilassata.
Avevo un altro appuntamento, così alle 12.15 l'ho salutata e sono andata via.

Di solito passo in un'altra via secondaria, ma siccome avevo parcheggiato più vicino alla strada principale, decisi all'ultimo minuto, di scendere da lì.
Mia cugina abita in cima ad una collina, e la strada che scende, la principale ha una forte pendenza, difatti è una collina panoramica la sua.
Nella discesa ci sono 3 incroci, uno grande con strade che si intersecano a doppio senso e con due STOP prima dell'intersezione, e due più piccole con strade a T, ossia senza uscite, con segnaletica verticale ed orizzontale di DARE LA PRECEDENZA.

Chi mi conosce sa che vado molto, ma molto piano in auto, e in quella strada, ancora di più, cammino frenata con l'auto, perché le macchine che si immettono sulla principale, spesso (quasi sempre), non rispettano la segnaletica.

Ero quasi arrivata alla fine della discesa, in prossimità dell'ultimo incrocio a T, quando un'auto mi ha tagliato la strada, lo schianto e poi il panico.

La dinamica è stata che l'auto non mi ha dato la precedenza uscendo ad una velocità sostenuta dal vicolo sulla mia destra, me lo sono ritrovato al centro dell'incrocio e non ho potuto fare niente, ne frenare ne sterzare il volante, così, alla mia andatura di circa 20 km orari ho creato un perno a cui l'auto che passava correndo si è appigliata e mi ha trascinata alla corsia di sinistra, causando una sorta di crash test.
Non avendo ne frenato ne sterzato la mia auto non si è allontanata di molto, mentre la sua, di questo signore, si è schiantata sul muretto ed è scesa nel fosso del marciapiede ad angolo sulla via di sinistra.

La mia auto si è così ridotta: 


Mentre la macchina del signore che correva in Formula Uno:
 il lato sinistro dove è avvenuto l'impatto, lo ha catapultato contro il muro provocando la rottura della plancia, la ruota posteriore destra rientrata dentro, l'apertura di 3 airbag, due laterali ed uno frontale, per non parlare del lato destro dell'auto tutto ammaccato e rigato.
La sua auto, a detta di mio marito, era da buttare.

In quella strada, la sua, la velocità doveva essere al di sotto dei 50 all'ora, ma lui, che poi scoprimmo non essere di città ma di un paese fuori, andava abbastanza veloce, e soprattutto non ha rispettato la segnaletica ben visibile sulla strada percorsa.

Al momento dell'impatto, ero terrorizzata, sono rimasta con le mani sul volante per tutto il tempo, piangendo, fino all'arrivo dell'ambulanza. E' stato il paramedico a staccarmi le mani, ed accompagnarmi sull'ambulanza, non sono voluta scendere ne con mia cugina, giunta sul posto dopo una mia chiamata, ne con mio marito, giunto anche lui dopo una telefonata, le uniche cose che sono riuscita a fare sono state le telefonate, per il resto ero terrorizzata ed impirata.
Difatti la dottoressa al pronto soccorso mi ha detto che con l'urto ho avuto una forte contrattura alla cervicale, alle spalle sotto alle scapole, e alla schiena.
Collare morbido per una settimana, antidolorifici per 5 giorni.

Uscita dal pronto soccorso alle 15.30 il mio unico desiderio era di tornare a casa per recuperare un po' di energie, invece, siamo andati al dipartimento dei vigili urbani perché dovevo lasciare la mia testimonianza, ma una volta giunti lì ci dicono che l'ufficio sinistri riapriva l'indomani mattina, quindi siamo andati via.
Siamo passati dal carrozziere per vedere l'auto, io sono rimasta in auto perché ero rintronata e stanca, mio marito non usciva più, siamo rimasti una buona mezz'ora, forse anche di più.
Nel frattempo mi hanno ricontattato i vigili, quindi siamo tornati nuovamente al dipartimento, aspettato e poi rilasciata la dichiarazione.

Forse potevo tornare a casa, erano quasi le 19, invece mio marito si è fermato anche all'officina del carro attrezzi, insomma una volta giunta a casa, ero stravolta, stanca, dolorante, assonnata, e forse sono riuscita a capirci qualcosa il giorno seguente, quando ho iniziato ad accusare male al ginocchio destro, lo sentivo gonfio. 

Sono andata dal medico di base che mi ha trovato un ematoma, quindi cura con il ghiaccio e raggi x prescritti per controllare e stare tranquilli.

Per il momento non accuso altri dolori, a parte la schiena, il collo, le spalle e il ginocchio quando appoggio il piede  a terra. Quando tolgo il collare durante i pasti accuso giramenti di testa, ma tutto sommato sto bene.

Consiglio vivamente di mantenere un'andatura lenta, anche al di sotto dei limiti di velocità, per evitare di incorrere a danni peggiori, se fossi andata anche solo a 50 all'ora l'impatto sarebbe stato molto più violento e i danni molto probabilmente più gravosi.

Ora saranno i periti a decidere sul da farsi, comunque i vigili urbani hanno preso anche i rilievi dell'incidente.

Io giro pagina, nel frattempo, sperando che questo 2015 prosegua senza troppi intoppi ...



30 commenti:

  1. sei stata davvero fortunata cara, meno male che sei prudente!!!!Vedrai che presto passera', riguardati e volta pagina appena puoi!!!!IIl Signore non ti ha abbandonato in quel momento, devi avere un angelo custode molto attento!!!!Buona Pasqua a te e alla tua famiglia!!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  2. Dopo lo spavento e lo shock che ti sei presa, ora si può dire che meno male che te la sei cavata... ma dev'essere stato orribile, non sai quanto ti posso capire.
    Ti auguro una serena Pasqua e, mi raccomando, a riposo!
    Baci e abbracci.
    Stefy

    RispondiElimina
  3. E' una grazia di Dio che non ti è successo di peggio. Sono bruttissime queste esperienze e non si augura a nessuno. Mi dispiace per tutto l'accaduto e spero che tu possa riprenderti al più presto. Un abbraccio forte e aspettiamo buone notizie !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Martedì ve le darò, ma Pr ora sto meglio, un po di fastidio al collo e sotto la spalla sx

      Elimina
  4. Vale io ti abbraccio forte e sono lì vicino a te.Un bacione forte e ci sentiamo su whatsapp.

    RispondiElimina
  5. Mamma mia che spavento!!! Ora riposati, lascia perdere tutto e fatti coccolare da tutto il parentado! Un bascione forte forte eun augurio di una (davvero) Pasqua serena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è stato possibile altrimenti impazzito Pa, però tra oggi e domani recupero restandomene in panciolle.
      Buona Pasquetta a voi.

      Elimina
  6. ti abbraccio con affetto augurandoti una veloce guarigione e una felice e serena Pasqua...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Buon lunedì di Pasqua a te e famiglia.

      Elimina
  7. Ti abbraccio!!! Immagino la paura....

    RispondiElimina
  8. Mamma mia, immagino lo spavento, poverina!
    Io sarei rimasta in stato di shock a lungo!!
    Ti abbraccio forte, ti auguro di riprenderti presto e di non sforzarti troppo.
    Un abbraccio grande e tantissimi auguri di buona Pasqua

    RispondiElimina
  9. ecco brava, gira pagina, ormai è già passato vero? Un abbraccio fortissimo, SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passatissimo se non fosse per la denuncia e la liquidazione dei danni non ci penserei più. ...ma lo farò ti meno, promesso.

      Elimina
  10. Mamma mia che grandissimo spavento !!! Per fortuna te la sei cavata con qualche contusione, purtroppo per quanto noi possiamo essere prudenti alla guida, ci sarà sempre qualche imbecille che guida senza criterio e questa cosa fa davvero paura!
    Ti auguriamo di riprenderti in fretta, nel frattempo riposati, riprendi le energie e passa una serena Pasqua!!!
    Un grande abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazze e avete detto bene, dobbiamo guardarci dagli altri non da noi stesse.

      Elimina
  11. mi spiace non lo sapevo è un colpaccio importante è che stai bene sono certo che ti riprenderai e dimenticherai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto mi torna in mente lo schianto ma chiudo gli occhi e penso ad altro, ma ti ringrazio per le parole.

      Elimina
  12. Mannaggia! guidare oggi è diventato davvero un pericolo soprattutto per la guida altrui. In giro ci sono un sacco di scalmanati che non rispettano più gli stop, le precedenze e anche i semafori. Meno male che te la sei cavata con poco. Siamo contente di risentirti! Buona Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazze, la prudenza non è mai troppa e mai in questo caso il detto calza a pennello.
      Buon lunedì di pasquetta a vou.

      Elimina
  13. Cara leggo solo ora della tua disavventura! Ti auguro di riprenderti quanto prima e, soprattutto, di dimenticare tutto il più in fretta possibile...
    Un abbraccio,
    Sabrina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'impatto non lo ricordo ancora, troppo shock dal forte spavento, e dimentico facilmente anche se questo lo ricordo frequentemente per via dei dolori e dell'auto fuori uso....ma tutto sommato Sabri sto bene, grazie.

      Elimina
  14. Oddio Vale mi dispiace tantissimo!! Come stai ora? Chissà che spavento!! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeeee Ale, tanta paura, ora molto dolore, gli acciacchi sono usciti dopo giorni dallo schianto, oggi un'altra visita, ma sto benino comunque, sulla via della guarigione.
      Grazie di essere passata, ti abbraccio e bellissimo uovo Ale!!!!

      Elimina
  15. Oh mamma....!!!!!!!!!caspita ci credo che eri sotto shock!..mi dispiace tantissimo per lo spavento che hai preso...e ovviamente per come stai fisicamente per fortuna è andata tutto sommato "bene"...l'importante è che ora ti riprendi e che cerchi di voltare apgina...Ti mando un bacione grande e un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro, mi riprendo tranquilla, dolori sopportabili anche se fastidiosi, auto ancora fuori uso forse per altre settimane, forse una risonanza nell'aria ma mi confermano domani e poi? Boh, sto qua è questo l'importante giusto? ^_^
      Ti abbraccio.

      Elimina