Una Fetta Di Paradiso: Quaresimali E La Mia Seconda Visita A Firenze

mercoledì 11 marzo 2015

Quaresimali E La Mia Seconda Visita A Firenze

Firenze è una meta molto gettonata dalla sottoscritta ed ogni volta che ci vado mi riprometto di ritornarci, un po' quando sei a Roma e getti la monetina della Fontana Di Trevi ripromettendoti di tornare al più presto nella Città Eterna.

La mia seconda visita a Firenze fu in novembre e fu una buona occasione per incontrare e conoscere per la prima volta amiche conosciute in un forum, allora quello di CookAround
Amiche con cui condividevamo ricette e sogni, tra chiacchiere e risate, ma anche tristezze e malinconie. Un luogo che fu per qualche anno da rifugio per donne combattive, che poi, scelsero strade diverse e si ritrovarono nella blog sfera nel giro di qualche anno. 
Con una in particolare ho ancora rapporti, ed è Antonella del blog ilmondodiantonellacucina.

Quella volta a Firenze fummo proprio dei turisti, fotocamera alla mano e scatti a monumenti e passanti, in un turbinio di divertimento. Colazione nel bar della Piazza, sotto una pioggia torrenziale, ma con il buon umore nei nostri cuori.

Ricordo con gioia quelle giornate trascorse in spensieratezza in una delle città più belle d'Italia.

Ora noi siamo a marzo e tra meno di un mese è Pasqua, così in onore di questa città storica ho trovato online la ricetta dei Quaresimali, biscotti a forma di lettere dell'alfabeto - dicono - che si preparavano durante la quaresima per far compitare i bambini nelle giornate fredde di fine inverno. 
Non so se la leggenda sia questa o se ce ne siano delle altre, ma io mi sono divertita a farli, secondo il mio gusto, e a compitare, siete pronti?




Ingredienti:

100 gr farina di kamut integrale
100 gr zucchero a velo
2 albumi
25 gr cacao amaro crudo in polvere
5 gr lievito per dolci
5 gr cannella in polvere
2 gr vanillina

Procedimento:

Nella planetaria o con il frustino elettrico montare gli albumi a neve semi ferma, aggiungendo gradatamente lo zucchero a velo.
Ho impiegato quasi 10 minuti ad ottenere questa consistenza, una sorta di glassa soda


Poi ho setacciato la farina, il cacao, il lievito e la vanillina con la cannella all'interno della ciotola, mescolando con una Marisa dal basso verso l'alto, insistendo un po' perché l'impasto risulta bello sodo 



il mio impasto era talmente sodo che ho sfondato letteralmente due sac a poche usa e getta, comunque se avete quella di tessuto è meglio, usate anche un beccuccio da 1/2 cm per ottenere le lettere piccine.
Alla fine io ho proceduto a mano, inumidendo i palmi e lavorando le lettere, perciò alcune sono leggermente più grandi delle altre, create con il beccuccio.



Infornate a 170° per 10-12 minuti, non di più che cuociono in fretta.
Sfornare e con l'aiuto di una spatola trasferire su una griglia.

Risultano croccanti e con quel sentore di cacao che riempie il palato.

Con Questa Ricetta Partecipo Al Contest Di I biscotti della zia





26 commenti:

  1. Che belli i ricordi di Firenze, legati ad amicizie, buonumore e allegria :-) Spero anch'io un giorno di poterti abbracciare di persona ^_^
    Per il momento ti ringrazio x avermi dedicato questa ricetta e ti auguro una felice giornata <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Consuelo per la tua amicizia e per questa bella possibilità.Chissà magari un giorno....mai dire mai, cara amica!

      Elimina
  2. La prossima volta porti anche me a Firenze ?! :P
    Questi biscottini sono carinissimi e divertenti per i piccini . . . ma sicuramente squisiti anche per i più gradni ;)
    Un abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che si, se è una regione che ti piace e se così non fosse ti piacerà dopo averla visitata, perché merita davvero....ma come meritano tutte le altre nostre belle regioni italiane.

      Elimina
  3. non sapevo anche in Campania si preparano i quaresimali a Natale e sono un pò diversi,grazie per la ricettina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre contenta di mostrarvi novità regionali....

      Elimina
  4. Che divertimento !!! Con questi biscottini a lettere, mi fai venire in mente le giornate fredde quando preparo la minestrina con delle letterine e ognuno si diverte a cercare di trovare a scrivere il suo nome. Buon proseguimento di giornata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione Clà è un po' la stessa cosa....divertimento allo stato puro!

      Elimina
  5. Belli i biscotti/scritta!!! ;-) Ciao!

    RispondiElimina
  6. Firenze e' una citta' adorabile, hai ragione!!!!!Che buoni i tuoi dolcetti, goduriosi con il cacao, quando si parla di cioccolato io arrivo......aspettami per merenda!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione anche io sono sempre in prima fila per il cioccolato ^_^ ti aspetto allora!

      Elimina
  7. Anch'io adoro Firenze, è meravigliosa !!!!!! e mi piacciono un sacco anche i tuoi biscottini, buoni e molto allegri. Complimenti.
    baci
    lisa

    RispondiElimina
  8. ma dai! Potevamo incontrarci! peccato!
    ma se è così gettonata...ritornerai!
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che ritornerò Simo e lo saprete per tempo.....promesso!Ho tante amiche ora in quel di Toscana, ci si può incontrare tutte insieme! Mi piacerebbe moltissimo conoscervi, una ad una!

      Elimina
  9. Mi piacerebbe un giorno visitare Firenze deve essere splendida da morire,se poi ci sono ricordi felici come i tuoi tutto diventa ancora più bello!
    sai che non conoscevo questi quaresimali? mai visti,sono simpaticissimi e di certo buoni buoni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non li conoscevo neanche io Ketty, poi dopo un approfondito studio sui dolci toscani sono rimasta incantata e ho voluto provarli....ed ora ne sono entusiasta!

      Elimina
  10. bellissimi questi biscotti!complimenti!
    baci simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo, grazie mille per venirmi a trovare così spesso. Mi sono iscritta sul tuo profilo Google+

      Elimina
  11. Bellini davvero! Anche a Livorno si facevano dei biscotti pasquali, ma forse derivanti dalla tradizione ebraica; mi hai fatto venire voglia di informarmi meglio. Un abbraccio, e quando ritorni a Firenze per qualche iniziativa, dimmelo, così mi accodo!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'iniziativa potrebbe essere di incontrare tutte voi, come dicevo alla Simo...mai direi mai Ceci!

      Elimina
  12. Veramente troppo carini e quanto saranno buoni! Un bacione a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buoni lo sono stati e ho notato che quelli più cicciosi sono anche teneri....quindi avoi la scelta fini croccanti, cicciosi morbidi!

      Elimina
  13. La prossima volta che vieni da queste parti devi assolutamente avvisarmi... sia mai che riusciamo a conoscerci dal vivo!
    I quaresimali ho imparato a conoscerli qui in Toscana, in effetti.. prima mai visti!
    E la tua versione mi sembra semplice da proporre alle mie bimbe per divertirle un pò mentre fanno merenda. Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me si divertiranno tantissimo.....anche a lavorarli a mano Angela....visto che l'impasto non è affatto difficile da lavorare, anzi!

      Elimina